Resveratrolo inibisce la replicazione di virus influenzali, herpes simplex e cytomegalovirs

Menotti Calvani, Docente di Metabolismo all’Istituto di Medicina Interna dell’Università Cattolica di Roma e Direttore Scientifico della Sigma Tau.
Il Resveratrolo rappresenta un innovativo filone di ricerca italiano nella lotta contro i virus influenzali. Il Resveratrolo, estratto da Polygonum Cuspidatum, serve per curare malattie dell’apparato respiratorio e blocca la replicazione virale.

Enrico Garaci, Presidente dell’Istituto superiore di sanità e ordinario di Microbiologia  all’Università di Tor Vergata e da Anna Teresa Palamara della cattedra di Microbiologia dell’Università La Sapienza di Roma. hanno pubblicato su Journal Infectious Diseases un lavoro che consiste in un’indagine, realizzata in due step: una in vitro che ha dimostrato il meccanismo d’azione del Resveratrolo e una in vivo eseguita sui topi per valutare l’efficacia anti-virale di questa sostanza. I ricercatori hanno dimostrato che il Resveratrolo è in grado di inibire la replicazione del virus influenzale. Il Resveratrolo , a contatto con le cellule infettate dal virus, inibisce l’enzima proteinchinasi C e la successiva cascata di eventi intracellulari ‘innescata’ da questo enzima. L’aggiunta di Resveratrolo in vitro ha consentito di ridurre la carica virale.
La seconda fase dello studio è consistita nella somministrazione di una dose di virus letale influenzale ad un gruppo di topi; a metà di loro è stata somministrata anche per una settimana una dose quotidiana di Resveratrolo, mentre l’altra metà dei topi (gruppo di controllo) un placebo. Il risultato sull’efficacia del Resveratrolo è andato oltre le più rosee aspettative: nei topi trattati con Resveratrolo è stata registrata una riduzione della mortalità pari al 60%; inoltre l’analisi dei polmoni dei topi che avevano contratto una polmonite letale causata dal virus influenzale ha evidenziato che negli animali trattati con Resveratrolo la carica virale era ridotta del 98% rispetto agli animali del gruppo di controllo.

Altri studi hanno infatti dimostrato che il Resveratrolo è in grado di inibire la replicazione del virus Herpes Simplex e del Cytomegalovirus, e che questa sostanza svolge un’azione sinergica con altri farmaci diretti contro il virus HIV. La peculiarità del Resveratrolo rispetto agli altri antivirali classici è quella di bloccare la replicazione del virus e non permettendo la selezione di ceppi resistenti.

 

[shareaholic app=”share_buttons” id=”23433215″]

 

Lascia un Commento

La tua email non sarà pubblicata. I campi con * sono obbligatori.